Home / Gravidanza / Tappo mucoso gravidanza : cos’è?

Tappo mucoso gravidanza : cos’è?

La gravidanza comporta un cambiamento del corpo, tante trasformazioni e diversi accadimenti che possono sembrare strani e anche incomprensibili. Un evento che può destabilizzare una donna incinta ad esempio è il tappo mucoso. Il tappo mucoso è un’ingegnosa secrezione che avviene a causa delle ghiandole mucose che si trovano all’interno del collo dell’utero. Queste mucose precisamente servono a chiudere il collo dell’utero stesso e per questo motivo si chiama tappo mucoso gravidanza. 

Il tappo mucoso rimane nel collo dell’utero per tutto il periodo della gravidanza, infatti questo si mantiene di solito sino al terzo trimestre, ma prima di partorire, di solito qualche giorno o settimana prima il tappo mucoso si distacca e viene espulso dal corpo. Il disgregamento del tappo mucoso viene espulso quindi verso il nono mese di gravidanza quando si presentano le sollecitazioni ormonali che servono a far maturare l’utero e prepararlo al momento del travaglio e a quella della dilatazione.

Tappo mucoso dell’utero quando si distacca

Come accennato il tappo mucoso dell’utero si distacca al nono mese ed è un evidente segnale che sta per iniziare il travaglio e quindi la dilatazione dell’utero. La dilatazione dell’utero è molto importante per riuscire a partorire in modo naturale, quindi prima che ciò avvenga è necessario perdere il tappo mucoso e liberare il collo dell’utero.

Non sempre però ci si riesce a rendere conto della perdita del tappo mucoso, ma non c’è bisogno di spaventarsi di ciò, perché di solito il ginecologo durante l’ultima visita controlla che il tappo mucoso sia stato espulso. Quindi anche se non te ne accorgi non ci sono problemi, anzi potrebbe anche essere una buona cosa, data la consistenza e manifestazione del tappo mucoso.

Tappo mucoso come si presenta?

La perdita del tappo mucoso come accennato è possibile che avvenga anche senza che la donna incinta se ne accorga, infatti, quando questo si dissolve è possibile che succeda mentre si va al bagno e quindi non ci si accorge della sua perdita. Il tappo mucoso, in ogni caso, si presenta come un materiale acquoso e al contempo denso, la sua consistenza potrebbe essere considerata mucillagginosa e di colore biancastro. Oltre ad essere biancastro, il tappo di solito è anche intriso di sangue e presenta varie striature marrone e rosa. La presenza del sangue di solito è dovuta alla rottura dei vari vasi capillari che sono all’interno dell’utero. 

Quando l’utero inizia a dilatarsi e modificarsi, durante il terzo trimestre, il tappo fuoriesce dai genitali ed è frammisto a queste piccole tracce di sangue che sono dovute alla fragilità capillare. La distensione dell’utero è dovuto alla fragilità della cervice uterina in questo periodo. In ogni caso se il sanguinamento non è lieve ma abbondante superiore a quello di una mestruazione è necessario andare al pronto soccorso.

Se invece il tappo viene espulso con una media perdita di sangue questo è normale, in ogni caso quando questo evento avviene sia che ce ne si accorga o meno vuol dire che si è quasi pronte per il parto e che a breve inizieranno le contrazioni e la dilatazione dell’utero per il parto.

Su silvia

Guarda anche

amore in gravidanza

si puo fare l amore in gravidanza ?

In gravidanza, specialmente dopo i primi mesi, si possono subire dei cambiamenti corporei che portano sia la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *